MARKAPPA è Media Supporter di HEROES, Meet in Maratea 2017!

eventi, Senza categoria

MARKAPPA è lieta di essere media supporter di Heroes,meet in Maratea 2017: seconda edizione dal 21 al 23 settembre 2017. Il più grande evento dell’euro-mediterraneo dedicato a futuro e impresa.

Di seguito vi mostreremo il comunicato stampa di questa interessante iniziativa, cui invitiamo tutti i nostri lettori alla partecipazione (in fondo all’articolo è presente una promo a voi dedicata), in quanto siamo certi che il connubio tra l’innovazione, la digital transformation e l’imprenditoria sia il vero motore del cambiamento del nostro paese.

 

Agosto 2017 – Si terrà dal 21 al 23 settembre prossimo la seconda edizione di Heroes, meet in Maratea, primo Euro-Mediterranean Coinnovation Festival. Protagonisti i principali leader mondiali d’impresa, business angels, investitori, intellettuali, policy makers e le migliori startup del bacino euromediterraneo.

Il Festival, giunto alla sua seconda edizione, si svolgerà a Maratea, in Basilicata. In programma incontri e laboratori, alternati a concerti, escursioni in barca e relax in spiaggia con alcuni dei principali nomi nazionali e internazionali dell’economia e dell’innovazione.

Attraverso keynote speech, worshop, tavole rotonde, interviste, hackathon, showcases e business meeting, Heroes si propone di favorire l’incontro, la collaborazione e la nascita di nuove alleanze tra la domanda e l’offerta di innovazione, attraverso un approccio orientato alla contaminazione e alla co-progettazione.

Al centro dell’attenzione saranno le idee, i progetti e le imprese più innovative e sostenibili e in grado di dimostrare la capacità di rispondere efficacemente alle principali sfide tecnologiche, sociali ed economiche del nostro tempo, in gara per l’Heroes Prize Competition.

Obiettivo dell’iniziativa, creare un modello unico in Italia, in grado di far convergere gli ecosistemi nazionali relativi a innovazione, startup e imprenditoria, oggi frammentati. Un’occasione di incontro e confronto tra mondo diversi eppur complementari quali piccole, medie e grandi imprese, istituzioni, università e nuovi luoghi dell’innovazione, compartecipi nella definizione di nuove strategie di benessere condiviso, di competitività e di occupazione.

Rispetto allo scorso anno, ancora più spazio sarà riservato agli ospiti internazionali. Parteciperanno all’evento, tra gli altri, Chris Walts, Associate Director Ogilvy London, Davide Venturelli, Artificial Intelligence, Quantum Computing, Nanosciences and Robotics (NASA, USRA, Archon), Marco Grossi, Senior Manager Facebook, Marie Stafford, European Director The Innovation Group, Janusz Marecki, Senior Research Scientist Google DeepMind, Polina Raygorodskaya, CEO & Co-Founder Wanderu, Rui P. G. Pereira, Senior Creative Technologist Google, Savannah Peterson, Founder and Chief Unicorn Savvy Millennial.

E poi, ancora, Alessandro Mazzù, Consulente di Web Marketing, Marco Attisani, Founder e Ceo Watly, Matteo Sarzana, General Manager Italy Deliveroo, Mirko Pallera, Founder Ninja Marketing e Ninja Academy, Oliviero Toscani, fotografo, Oscar Di Montigny, Chief Marketing, Communication, Innovation Officer Banca Mediolanum, Roberto Magnifico, Partner  LVenture Group.

L’iniziativa prevede quest’anno anche un’area espositiva dedicata alle startup, e una sezione dedicata alla sperimentazione. Si discuterà di temi di rilevanza sociale ed economica, come Industria 4.0, Intelligenza artificiale, Interazione uomo-macchina, Realtà aumentata e Virtuale, Fintech, Cyber security e Trasferimento tecnologico.

Inoltre, si affronterà il tema dell’evoluzione dei settori produttivi più tradizionali a seguito della Digital Transformation. Un’evoluzione che sta incidendo, ad esempio, su educazione, medicina e salute, energia e ambiente, cultura e turismo, artigianato, moda e commercio, sicurezza e inclusione sociale.

Sono attesi 150 ospiti, 500 startupper e 1000 partecipanti, distribuiti nelle diverse aree allestite nell’occasione. Previste 4 sale per la formazione e il codesign, 3 investor matching area e 1 premio per l’innovazione.


 

Per tutti i nostri lettori che vogliano prendere parte all’iniziativa è previsto un codice sconto (HEROESMKAPPA) valido fino al 10 Settembre con la possibilità di acquistare il biglietto in modalità Ticket Only al prezzo di 79 euro + iva (anziché 199 euro + iva).

Il codice va inserito in fase di acquisto al seguente link nell’area indicata per l’inserimento del codice sconto.

Per tutti gli eroi coraggiosi come noi… ci vediamo a Maratea!

#questoèmarketing

Alla fine ha vinto lui: Vasco Rossi. #questoèmarketing

ALESSANDRO PANNOZZO

Eh già…Vasco è ancora qua! Il rocker di Zocca ha conquistato il record mondiale: 220.000 biglietti per una sola data. Ma chi è Vasco Rossi? C’è chi lo ha definito un Papa, uno che unisce tutti; chi invece lo ha definito l’eterno, l’invincibile, il maestro e poi c’è chi lo ha criticato definendolo il fautore di un inedito romanticismo della trasandatezza, della volgarità, della marginalizzazione sociale e dell’ignoranza: il mentore di una sottocultura.

Vasco è nato come un cantante all’opposizione, un ribelle, il fautore della lotta alla borghesia perbenista e lo si può notare già dal consumo di droghe, per non parlare dei suoi testi. “Voglio una vita spericolata” è il testo emblema della sua natura ribelle. Ma viene da chiedersi: dopo 40 anni di carriera, come fa ad avere ancora successo? Quale strategia di marketing ha utilizzato? Vasco alla fine è un brand, ma un brand di qualità, originale. È nato come portatore di una ribellione, di un senso di rivalsa contro il sistema. Amato ed odiato allo stesso tempo. Amato dalla gente semplice, oppressa dal sistema e desiderosa di rompere gli schemi; odiato invece da quelli che costituivano il sistema stesso e rappresentavano quegli schemi di cui Vasco non ha mai saputo cosa farsene. Ha spaccato l’opinione pubblica. Alla fine ha dimostrato di essere lui il vincente. Ha distrutto gli schemi, dopo 40 anni ha dimostrato di essere ancora qua. “Eh già, sembrava la fine del mondo, ma sono ancora qua…ci vuole abilità”. Lo ha detto nel 2011 e lo ha dimostrato il primo luglio al Modena Park: è stato abilissimo nel comunicare, nel creare una sua corrente: il Vaschismo. Negli anni ha creato un prodotto, il Vaschismo, che alla gente piace. Il suo segreto? Il punto forte di questo marchio? La semplicità, l’essere vero e profondo, il riuscire a comunicare il suo essere uno di noi e allo stesso tempo il suo essere una rock-star: l’originalità! Ha iniziato con l’essere il simbolo di una rivoluzione, ha continuato facendosi percepire come “il maestro”, quello che va al massimo, il mito dell’invincibilità! Ha sempre cercato di mantenere un contatto con la sua istintività, ha provato a rimanere quello che è. “Se vi va bene, bene, altrimenti chi se ne frega”, questa è sempre stata la sua filosofia, non ha mai finto. Tutto quello che voleva dire l’ha detto nelle canzoni, sono un diario di chi la vita l’ha vissuta sulla sua pelle e non per sentito dire. Ha raccontato tutto quello che vedeva, tutto quello che gli stava sul cazzo, voleva provocare reazioni. Quando una canzone provoca, crea una reazione,  tiene sveglie le persone e lui ha sempre voluto tenere sveglia la gente. “Ho solo qualche multa da pagare, qualche pastiglia e qualche rospo da ingoiare…” chi è che non si riconosce in Vasco? In ognuno di noi c’è un pezzo di Vasco ed ecco perché, anche dopo 40 anni di carriera, funziona e stravince: è terribilmente vero e semplice. Quei suoi testi in cui ognuno di noi si riconosce almeno un po’; quel suo raccontare la vita senza mezzi termini; quel suo essere vero, profondo, semplice, diretto; quel suo volersi affermare senza fingere…il Vaschismo oggi è la più grande e vincente strategia di marketing che il mondo della musica abbia mai sfornato.

Vasco Rossi Marketing Markappa

Il primo luglio 220.000 persone hanno trattenuto la pipì per ore ed ore, solo per Vasco Rossi, per l’invincibile. La prossima volta, al prossimo concerto, quante persone ci saranno? La scommessa è oltrepassare il successo del Modena Park: Vasco può farcela. Era dal 1990 che non si vedeva un concerto di questa portata, dai tempi degli A-Ha, che radunarono 198.000 persone in un concerto storico a Rio De Janeiro. Vasco, quasi sconosciuto all’estero, è andato ben oltre ed andrà ancora oltre, perché è unico e non è di plastica, uno di questi mille cantanti tutti irriconoscibili, tutti uguali. Vasco è un intreccio inestricabile tra vita e show e non a caso si afferma nel decennio dell’ascesa inarrestabile della società dello spettacolo e del piacere, presentandosi, per generazioni di giovani rapiti dal suo incantesimo e oggi estremamente precari non soltanto da un punto di vista esistenziale, ma anche lavorativo, come l’alfiere dell’eterna rivolta anti-borghese. Eh già…alla fine ha vinto lui, Vasco Rossi.

Di Alessandro Pannozzo

Scrivere di cibo: l’arte di comunicare e raccontare una storia… di cibo.

GIANLUCA GUILLARO

Cibo, salute, enogastronomia, dieta mediterranea,editoria. Queste le parole chiave dell’evento Scrivere di Cibo, in cui, nei giorni 24 e 25 Marzo 2017, abbiamo avuto l’onore di partecipare presso La Città della Scienza di Napoli, rivelandosi, sin da subito, un’esperienza molto interessante sotto diversi punti di vista.

L’evento era promosso nell’ambito delle attività dello G.N.A.M. Village, il villaggio dedicato alla valorizzazione del patrimonio delle eccellenze agroalimentari di Città della Scienza e alla scrittura, avendo come tematiche principali la Dieta Mediterranea, le culture del cibo e la giusta relazione tra alimentazione e salute.

Schermata 2017-03-26 alle 23.18.55

Il team MARKAPPA al completo: da sinistra Gianluca, Edoardo, Giuseppe ed Andrea (seduto al centro). 

Nelle varie attività che si sono susseguite nel corso delle giornate (23-26 Marzo) sono stati coinvolti adulti, bambini e ragazzi dei licei della regione Campania. Proprio con alcuni di questi ultimi abbiamo avuto il piacere di svolgere delle lezioni riguardanti la comunicazione delle eccellenze agroalimentari.
Insieme all’ Istituto Statale Superiore di Saviano (NA), abbiamo, poi, dato vita ad un laboratorio creativo, accompagnando i ragazzi nella realizzazione di un piano di comunicazione integrata incentrato sul Carnevale di Saviano. Molte sono state le idee creative dei ragazzi, che si sono sfidati a colpi di disegni, foto, video.

sc1

Alcune delle idee presentate dai ragazzi di Saviano.

I giovani ci hanno piacevolmente stupito, dimostrando di essere dotati di grande creatività e voglia di mettersi in gioco per una realtà territoriale che offre molto e che potrebbe essere valorizzata ancora di più di quanto non sia stato già fatto fino ad oggi. Solo quest’anno il Carnevale di Saviano ha, infatti, registrato circa 40.000 presenze per la prima uscita dei carri allegorici (cfr. www.laprovinciaonline.info).

sc2

Il team “Aquile” vincitore del contest.

L’evento Scrivere di Cibo è stato, inoltre, un’occasione per MARKAPPA di potersi confrontare con altre realtà imprenditoriali presenti nel territorio campano e anche fuori i confini della regione.

Secondo Gianfranco Nappi, responsabile progetti speciali di Città della Scienza e dell’area “G.N.A.M. Village” oggi occorre puntare sulla capacità di narrazione e bisogna lavorare sul contenuto culturale presente in ogni piatto, dando così maggiore forza alle eccellenze e alle realtà produttive. Oltretutto, secondo Nappi, bisogna essere capaci di raccontare la storia che c’è dentro ogni piatto, rendendo l’esperienza più forte e soprattutto unica perché è la storia di una tradizione che nessun altro può replicare.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 15.29.22

Gianfranco Nappi durante l’intervista con Andrea di MARKAPPA.

Non dimentichiamoci che, infatti, in una strategia di comunicazione che si ponga obiettivi ambiziosi, soprattutto in termini di coinvolgimento della community, è necessario avere uno storytelling adeguato per parlare dei valori di un brand in maniera creativa e fuori dagli schemi. La comunicazione, la scrittura, il cibo e la salute non sono mai stati così vicini e come al solito STAY TUNED per gli sviluppi futuri!

Gianluca Guillaro