Il Marketing ai tempi della VR

LORENZO GOVERNATORI

Che cosa lega un martedì di settembre come tanti, IKEA, Game Of Thrones e la nuova fatica del colosso della tecnologia APPLE?

Semplice…un visore VR per la realtà aumentata!

Quello che molti consideravano uno dei principali trend nel 2017 (insieme ai ChatBot) potrebbe finalmente decollare con la presentazione del nuovo iPhone prevista per martedì 12 settembre.

Ma facciamo un passo indietro…

La realtà aumentata è presente già da diverso tempo nell’orbita del marketing e dei social network, basti pensare alla scorsa presentazione di Facebook durante l’F8 di aprile del primo social network interamente basato sulla tecnologia VR: SPACES (https://www.facebook.com/spaces).

34190748712_ace98c096d_z

Naturalmente lo abbiamo provato, ma aldilà dell’immenso potenziale di ciò che si può vivere tramite un visore Oculus Rift, ci è apparso ancora come un qualcosa per pochi.

Quello che forse è mancato (almeno fino a questo momento), è stata la possibilità di rendere questa tecnologia accessibile a tutti… un evento, un “big bang” che potesse trasformarla da semplice trend ad un qualcosa di mainstream.

Secondo quanto emerge dai rumors di corridoio però, le cose stanno per cambiare!

Dopo gli acquisti di Apple di almeno un paio di startup operanti nel settore della realtà aumentata, il nuovo iPhone dovrebbe puntare molto su questa tecnologia, recuperando così il gap che negli ultimi mesi aveva accumulato da Android (su tutte Samsung, che con il suo Samsung Gear dispone da tempo di un visore di proprietà).

Lo sappiamo: quasi qualsiasi cosa tocchi l’azienda di Cupertino diventa oro e fa tendenza…e considerando il fatto che ormai da diverso tempo è possibile acquistare su Amazon un visore a prezzi molto economici (€20 per gli utenti prime), ecco che si creano finalmente le condizioni affinché la VR entri nel quotidiano di tutti.

So già la domanda che vi state facendo a questo punto… ”ma come può una tecnologia del genere integrarsi bene col mondo reale, quando per definizione potrebbe portare l’individuo ad isolarsi??”.

Molti avranno ancora in mente la seconda puntata della terza stagione di Black Mirror (Playtest – Giochi pericolosi), dove il protagonista vive una mortale esperienza di gioco con la VR…poco “Virtuale” ma molto “Reale” in questo caso.

playtest

Certo è che scenari apocalittici come quelli ipotizzati con la serie tv da Netflix (ah, quasi dimenticavo…l’app di Netflix da dicembre 2016 è già compatibile con alcuni visori VR) non rappresenteranno realmente il futuro dell’umanità, ma come qualsiasi rivoluzione, anche questa porterà con se alcuni costi.

Ma quali sono le conseguenze di tutto questo per le aziende?

Anzitutto, inizieremo a vedere molto strategie di marketing incentrate sul concetto del “marketing experience”: far vivere l’esperienza del cliente a 360°, magari già da casa indossando il proprio visore. Potremmo avere l’opportunità di entrare “fisicamente” all’interno della produzione aziendale, o magari provare che effetto fa addosso il nuovo modello della Levis.

In tal senso, Hubspot una settimana fa è venuta in contro alle aziende pubblicando un interessante articolo su come creare efficaci strategie di content marketing con la realtà aumentata.

Affascinante ad esempio è il caso esaminato dell’app di IKEA “Ikea Place”, attraverso la quale poter scoprire in tempo reale quale sia il posto migliore della casa per la vostra nuova libreria BILLY.

Ho sempre pensato che un’applicazione ideale e molto “pacifica” per questo strumento potrebbe essere anche un evento o una fiera, dove di solito si ha poco tempo per catturare l’attenzione (e qualche ordine) di molti clienti.
In mente ad esempio ho il Vinitaly, dove un qualsiasi importatore straniero potrebbe vivere in prima persona il lavoro e la terra che gli hanno concesso di godere del vino che sta sorseggiando, quasi come fosse un sogno ad occhi aperti.

Le possibilità sono infinite, e l’unico limite è l’immaginazione. Mentre siete ad un meeting sulla vostra serie preferita, potreste ritrovarvi ad esempio a scalare la barriera di Game Of Thrones (https://www.youtube.com/watch?v=LP6Y6kihp_Y)….

…anche #questoèmarketing !

 

LORENZO GOVERNATORI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...